Belli, profumati, colorati, i fiori sembrano creati apposta per rendere più allegra la terra e più piacevole la nostra vita, ma non è soltanto questa la loro funzione. I fiori infatti racchiudono come in uno scrigno un apparato che serve a riprodurre la vita di altre piante, che a loro volta fioriranno perpetuando in questo modo la specie. Le piante hanno trovato dimora in ogni luogo: nelle terre assolate e in quelle ricoperte di neve per la maggior parte dell’anno, nei deserti sabbiosi e aridi e persino sulle rocce spaccate dal sole e dal gelo. Per riprodursi nelle condizioni di vita i fiori hanno assunto infinite forme e hanno subito innumerevoli modificazioni, ma tutti sono dotati da organi necessari alla riproduzione sessuata e cioè hanno elementi femminili ed elementi maschili, come avviene negli animali e negli uomini. Un fiore si dice completo se è dotato di tutti gli organi: un peduncolo fiorale o gambo, un ricettacolo o talamo sul quale si innestano le varie parti del fiore, il calice, la corolla, l’androceo e il gineceo. Il calice è formato dai sepali, piccole fogliette in genere verdi che possono essere inserite nel talamo separate una dall’altra, come avviene nei ranuncoli, o unite tra loro per un tratto, come nei garofani. Il calice ha il compito di proteggere le parti più delicate del fiore. All’interno si trova la corona, formata dai petali che possono essere bianchi o colorati e in numero diverso. Come i sepali, anche i petali possono essere liberi o saldati tra loro: nel caso del papavero, ad esempio, i petali sono liberi, mentre nelle campanule sono completamente uniti e la corolla si dice allora gamopetala. Ci sono fiori nei quali petali e sepali non sono separati, ma uniti a formare un’unica cosa: i tepali, e questo è il caso del tulipano che è dotato di sei tepali colorati. All’interno della corolla si trova l’androceo che è la parte maschile del fiore, costituito dagli stami. Ogni stame è formato dall’antera, che contiene il polline, e da un filamento più o meno lungo e sottile che sostiene l’antera. Il polline è una polverina formata da piccolissimi granelli; in molti fiori e di color giallo ma può anche essere nero,rosso o bianco. Come i petali e i sepali, anche i stami possono variare di numero e posizione. Proprio al centro del fiore si trova il pistillo che costituisce il gineceo o parte femminile del fiore. Un pistillo ha più o meno la forma di una bottiglia, nella quale distinguiamo lo stillo che corrisponde alla parte più sottile, lo stimma che si trova nella posizione del tappo e che è un ingrossamento di diverse forme con il compito di catturare il polline, e poi la parte panciuta che è l’ovario e contiene gli ovuli.  

 

Fiori d’ogni genere. I fiori che portano sia gli stami sia i pistilli, cioè la parte femminile e quella maschile, sono detti ermafroditi. Ci sono pianti con fiori ermafroditi e piante invece nelle quali gli stami e l’ovario si trovano in fiori diversi. In questo caso i fiori di dicono unisessuati, cioè solo maschili o solo femminili, e si distinguono anche per la loro forma. In una pianta di zucca ad esempio il fiore femminile si distingue per l’ingrossamento dell’ovario che si trova al di sotto dei sepali e dei petali e che diventerà poi il frutto. Il fiore maschile invece, che a una prima occhiata distratta sembra identico, manca dell’ingrossamento costituito dall’ovario e non darà luogo a frutti. A volte noi chiamiamo fiore quello che in realtà e un insieme di tanti fiori e che dovremmo chiamare infiorescenza. Sono infiorescenze ad esempio le dalie , i crisantemi, i fiordalisi, le margherite. Un fiore apparentemente semplice come la margherita, ha in realtà una struttura piuttosto complessa. La parte centrale colorata di giallo e formata da innumerevoli fiori chiamati flosculi completi di corolla, stami ed ovario ( sono perciò fiori ermafroditi ), mentre ognuno dei sottili petali bianchi disposti a raggiera intorno al bottone centrale è dotato da una linguetta, che è il vero, unico petalo, e di un pistillo ( è quindi un fiore femminile . Parlando di fiori dovremmo sottolineare anche la loro alta specializzazione.

***Tutte le foto sono mie. Pubblicate anche su Steemit.

                         biology

17 votes, average: 4.94 out of 517 votes, average: 4.94 out of 517 votes, average: 4.94 out of 517 votes, average: 4.94 out of 517 votes, average: 4.94 out of 5 (17 votes, average: 4.94 out of 5)
You need to be a registered member to rate this.
(2762 total tokens earned)
Loading...

Responses