Un saluto a tutti,

siete degli appassionati di Tennis o degli sportivi in generale? Sono sicuro che questa notizia solleticherà la vostra curiosità!

In questi ultimi tempi abbiamo letto di blockchain applicate a qualsiasi genere di settore (non ultimo quello della Marijuana) e criptovalute pronte a salvare intere Nazioni (ad esempio Venezuela e Ucraina). Ma i possibili impieghi non smettono di sorprendermi ogni giorno che passa, un po’ per la fantasia dei promotori ma anche per l’effettiva utilità che ne possa derivare per l’utente finale.

E’ notizia di questi giorni che la star danese della WTA (Women’s Tennis Association) Caroline Wozniacki ha siglato un accordo con la GCOX (Global Crypto Offering Exchange) per lanciare la propria moneta virtuale. A riferire l’incredibile accordo è niente meno che l’agenzia di stampa Reuters. 

L’accordo è stato siglato a Singapore, nella sede della GCOX, proprio in occasione delle finali della WTA a cui la Wozniacki partecipa come favorita; a margine della firma la tennista danese ha così dichiarato:

“To be the first female athlete to have her token is cool […] I am looking forward to expanding that before other people start getting into it […]”

La Wozniacki non è nuova al mondo delle criptovalute e delle blockchain avendo già in passato manifestato il suo interesse per questo settore. Infatti ad aprile di quest’anno, la tennista la ricevuto la nomina di ambasciatore della start-up Lympo , una blockchain che si prefigge di ricompensare i suoi utenti in base all’attività fisica svolta.  Dopo questa notizia, il token della società, il LYM, ha avuto un picco di crescita di oltre il 50% in un solo giorno.

L’idea della tennista è quella di anticipare i suoi colleghi, nonché le altre celebrità in modo da porsi in una situazione favorevole a livello di mercato. Niente da obiettare, la Wozniacki è un’ottima imprenditrice di se stessa ed oltre ad essere una campionessa a livello sportivo; non dimentichiamoci che a gennaio ha vinto il suo primo titolo del Grande Slam agli Australian Open. Con questa mossa, oltre a quella della sua immagine accostata alla società Lympo, il suo nome verrà spesso messo in evidenza quando si parlerà di sport e criptovalute.

Se la notizia vi sembra già di per se sensazionale, preparatevi a sorprendervi ulteriormente. La GCOX sta acquisendo notorietà in ambito internazionale grazie alle celebrità presenti tra i propri sostenitori:  il filippino e leggenda del pugilato Manny Pacquiao, l’ormai ex stella nonché nazionale del calcio inglese Mike Owen, il cantante e ballerino americano (molto in vista al momento) Jason Derulo nonché un componente della famiglia al comando di Abu Dhabi, Sheikh Khaled bin Zayed al-Nahyan. Questi sono solo i nomi che sono trapelati, ma la lista dei sostenitori dovrebbe essere molto più nutrita.

L’idea della GCOX è quella di creare delle criptovalute personalizzate per ogni celebrità che voglia emettere la propria moneta virtuale, nonché di gestirne le quotazioni sulla propria piattaforma. Un’idea che definirei geniale perché attrarrà una marea di fans pronti ad acquisire le criptovalute dei propri idoli, anche se non riesco a capirne appieno gli eventuali utilizzi se non quelli di accedere all’acquisto di eventuali biglietti e gadget. La GCOX parla di utilizzo delle monete virtuali per interazioni con i propri idoli, un concetto un po’ generico ma che di sicuro verrà chiarito una volta che le criptovalute verranno emesse.

Uno dei primi sostenitori del progetto è stato proprio il pugile Manny Pacquiao, che ha annunciato pubblicamente che emetterà la sua criptomoneta, il PAC Token,  tramite la GCOX. Saranno sufficienti la sua storia personale e la sua vita che molti giovani hanno preso a modello come ispirazione, per rendere popolare la sua Criptovaluta? Il pugile ha annunciato il lancio della sua moneta virtuale alla Blockchain Fair Asia a inizio ottobre, anche se la vera e propria emmissione  dovrà attendere i primi mesi del 2019 in quanto pare sia in attesa di approvazione da parte della “Securities and Exchange Commission” delle Filippine. Inoltre la Global Crypto Offering Exchange non ha ancora reso noto quale sarà la prima criptovaluta legata a un personaggio famoso ad essere emessa, in quanto pare che il PAC Token sia in lizza con la moneta che sarà lanciata per il calciatore Mike Owen, con buona pace per la Wozniacki che dovrà avere pazienza e attendere ben oltre i primi mesi del 2019.

Jeffery Lin, il CEO di GCOX, ha comunque dichiarato che per accedere ai token dei propri idoli che saranno via via emessi a partire dai primi mesi del 2019, i fans dovranno necessariamente acquistare i token della GCOX chiamati  ACM. Proprio in tal senso, voci non confermate attribuirebbero alla società un target di emissione di ACM per un controvalore di una cifra compresa tra i 300 e i 600 Milioni di Dollari, anche se non è dato sapere neanche quanti ACM token siano stati venduti al momento.

Secondo Lin, oltre a un grande ritorno a livello di immagine, i personaggi famosi potranno ottenere anche dei benefici finanziari dall’emissione della propria criptovaluta, offrendo ai propri Fans dei servizi esclusivi e delle agevolazioni oltre alla vendita di gadget.

Insomma, anche in questo caso non resta che aspettare e vedere l’evoluzione che questo progetto potrà avere, verificando se le aspettative saranno mantenute o se sarà l’ennesima ICO che si rivelerà un buco nell’acqua.

Un saluto, Carlo.

 

——————————

Fonte: Btcmanager , cryptoglobe

Image Sources: Featured (CC BY 2.0 by karlnorling for Flickr), 1 , 2  (CC BY-SA 4.0 by SUNIL GROVER)

18 votes, average: 4.94 out of 518 votes, average: 4.94 out of 518 votes, average: 4.94 out of 518 votes, average: 4.94 out of 518 votes, average: 4.94 out of 5 (18 votes, average: 4.94 out of 5)
You need to be a registered member to rate this.
(3402 total tokens earned)
Loading...

Responses