Un hardware wallet è un dispositivo elettronico, progettato per proteggere i fondi delle criptovalute conservando le chiavi private al suo interno. L’idea dietro gli hardware wallets è quella di isolare le chiavi private senza esporle mai all’esterno, quindi evitando di conservarle all’interno di un software wallet installato su un computer o uno smartphone, che possono venire compromessi da un virus. L’archiviazione offline delle chiavi private impedisce che ciò accada, poiché gli hacker dovrebbero rubare fisicamente il portafoglio hardware per poter accedere alle chiavi private di un utente. Ma anche in questo caso, la maggior parte dei portafogli hardware richiede un codice PIN per l’accesso, fornendo in tal modo un’ulteriore livello di protezione.

HTC lancia uno smartphone di fascia alta che integra al suo interno un hardware wallet, il suo nome è Exodus 1. Questo smartphone è possibile acquistarlo soltanto con Bitcoin e Ethereum, quindi sono escluse le valute fiat. HTC Exodus 1 esteticamente è molto accattivante, inoltre include il meglio che possiamo trovare in un top di gamma come lo schermo da LCD da 6″ con risoluzione Quad HD+, il processore Snapdragon 845, 6 GB di memoria ram, 128 GB di memoria flash, doppia fotocamera posteriore da 12 e 16 megapixel, doppia fotocamera anteriore da 8 megapixel, connettività WiFi 802.11ac, Bluetooth 5.0 e molto altro ancora.

Quello che rende interessante questo smartphone di fascia alta, non è soltanto l’hardware wallet incluso, ma anche la possibilità di usare una chiave di recupero in caso di perdita del dispositivo. Tramite un’app sviluppata da HTC (chiamata Social Key Recovery), possiamo suddividere la chiave di recupero in più parti, ogni parte è conservata all’interno di questa app che abbiamo fatto scaricare e installare sugli smartphone di persone di nostra fiducia.

I pregi di questo smartphone sono la serietà della casa produttrice HTC, l’hardware wallet incluso, l’app Social Key Recovery, nel team troviamo come advisor Charlie Lee (il creatore della criptovaluta Litecoin), e infine la possibilità di acquistarlo tramite criptovalute. Il “difetto” che trovo in questo smartphone è il prezzo per il suo acquisto, è vero che parliamo di un dispositivo di fascia alta, ma per tutte quelle persone che non amano spendere molti soldi nell’acquisto di uno smartphone, consiglio loro di comprare un hardware wallet come il Ledger Nano S o il CoolWallet S.

 

Come alternativa a HTC Exodus 1, troviamo il Sirin Labs Finney, uno smartphone di fascia alta che include numerose funzioni messe a disposizione per rendere sicuro il dispositivo, e una maggiore protezione delle proprie criptovalute custodite all’interno dello smartphone grazie all’hardware wallet integrato. Però parliamo di un dispositivo con un prezzo più alto e non è molto conosciuto, mentre tutti quanti noi conosciamo i prodotti offerti da HTC.

Il mio giudizio finale su questo smartphone di HTC è molto buono, visto che parliamo di uno smartphone di fascia alta prodotto da un’azienda seria. Mi piace molto l’idea di poter utilizzare uno smartphone con hardware wallet incluso. Negli ultimi anni HTC ha perso importanti quote di mercato all’interno del settore mobile e questa mossa da parte dell’azienda potrebbe aiutarla a risollevarsi, ma bisogna considerare che le criptovalute non sono ancora diffuse a livello di massa.

Al momento l’HTC Exodus 1 puoi acquistarlo pagando in Bitcoin o Ethereum al seguente indirizzo web => https://www.htcexodus.com/eu/

 

15 votes, average: 5.00 out of 515 votes, average: 5.00 out of 515 votes, average: 5.00 out of 515 votes, average: 5.00 out of 515 votes, average: 5.00 out of 5 (15 votes, average: 5.00 out of 5)
You need to be a registered member to rate this.
(2812 total tokens earned)
Loading...

Responses

  1. Atti

    It is a really interesting post, I think blockchain based HTC would be great step into a new area.Thank you for your article. I am so excited they will provide first Exodus end of this year?

    (1)