Quanti di voi si son detti ma cosa cavolo sta succedendo in Venezuela? Come faranno a pagare i beni di prima necessità considerando l’inflazione che c’e’ e che porta ad avere anche la carta igienica a prezzi proibitivi?

Tutti noi abbiamo assistito a questa involuzione economica che si e’ visto ripetersi anche in Turchia dove la Lira Turca ha perso % mostruose rispetto al Dollaro Statunitense in pochissimi giorni.

Tutti noi a sua volta ci siam detti che se avessero adottato qualsiasi cryptovaluta magari questo problema non si sarebbe creato!?

Bene io aspettavo con ansia questo momento in cui finalmente una Nazione come il Venezuela decida di ufficializzare la creazione di un coin spendibile, utilizzabile ovunque. Quindi il Presidente Maduro ha deciso di ufficializzare lui stesso con un video che vi propongo di seguito ma che e’ in lingua originale dove dichiara voler utilizzare il Petro come moneta nazionale.

Questa notizia vi sembrerà irrisoria ma invece ha un grandissimo valore e potrebbe creare un impatto economico senza pari. Immaginatevi una nazione che decide di adottare una cryptovaluta come moneta nazionale al posto di una qualsiasi FIAT. Non avrebbe costi di gestione, non avrebbe costi di produzione (stampa distribuzione etc), non avrebbe problemi di falsi prodotti perche’ e’ tutto su blockchain non ci sarebbero problemi di conversioni in altre FIAT visto che verra’ listata in altri exchanges quindi potra’ esser scambiata li e la cosa migliore e’ che portera’ tanti tantissimi soldi all’interno della blockchain e quindi dovrebbe portare ad un notevole pump del sistema.

Chiaramente ci sono state critiche, ci saranno critiche…. si parlava di frode, si parla di speculazione… eppure anche se il progetto era stato proposto diversi mesi fa, adesso e’ arrivata una data di lancio…il 5 Novembre 2018.

Speriamo porti notevoli capitali che possano far aumentare il prezzo del BTC e di tutte le altre crypto ma soprattutto che porti un’economia sostenibile a tutti i Venezuelani.

Un Saluto.

Webdeals

ps: le foto purtroppo sono impossibili da trovare altrove quindi ho dovuto prenderle da Google.

22 votes, average: 4.95 out of 522 votes, average: 4.95 out of 522 votes, average: 4.95 out of 522 votes, average: 4.95 out of 522 votes, average: 4.95 out of 5 (22 votes, average: 4.95 out of 5)
You need to be a registered member to rate this.
(3174 total tokens earned)
Loading...

Responses

  1. Giorgio Pfefer

    L’argomento che tratti è molto controverso, delicato e anche molto importante , ho sentito e letto tante critiche sul Petro però è la prima volta che vedo una dichiarazione ufficiale, sicuramente creerà un precedente molto importante, da una parte penso che sia un gran passo avanti nella adozione delle cryptovalute e da un’altra parte mi chiedo se non era meglio prendere una crypto esistente e ufficializzarla . Soltanto il tempo ci darà una risposta. Grazie per la notizia!!

    (1)
    1. webdeals Post author

      ottima osservazione! Si avrebbero potuto adottare una crypto gia’ esistente ma in questo modo sarebbero stati vincolati al prezzo che balene ed il creatore della moneta stessa decideranno. Magari col Petro fanno tutto loro e decideranno uno staking a lungo termine cosi da non affossare la nazione intera! Boh magari sono solo mie ipotesi 🙂

      (0)
  2. miti

    Ciao caro, anche io avevo letto questa notizia e l’ho trovata molto interessante. L’unica cosa che mi lascia un po’ in dubbio è la tenuta di questa criptomoneta nel lungo periodo. Infatti è collegata al prezzo del petrolio (di cui il Venezuela è produttore) e quindi rischia di subirne troppo l’influenza, soprattutto in un momento in cui si cerca una svolta green per svincolarsi dallo stesso. Cosa ne pensi al riguardo?

    (0)
    1. webdeals Post author

      penso che al momento viene utilizzato il petrolio come mezzo di garanzia per gli investitori. Il rinnovabile non rimpiazzera’ ancora per almeno 5 anni il ruolo del petrolio purtroppo! Di conseguenza in 5 anni potranno ristabilire l’intero ecosistema finanziario Venezuelano per poi spostarsi su altro!

      (0)
  3. sandwichbill

    Non sono sicuro che il Petro funzionerà come un modo per eludere le sanzioni statunitensi, sfortunatamente e non credo che anche la Russia e la Cina lo tocchino, a causa dell’incertezza su come funziona e della tecnologia blockchain che sta dietro. Buon articolo.

    (0)