Dopo aver iniziato a scrivere i miei primi post su Steemit mi sono trovato subito in difficoltà, perché mi mancavano le idee per scrivere nuovi post giorno dopo giorno, per questo ho cominciato a cercare su Google dei metodi, dei template, degli schemi che mi aiutassero a semplificare la scrittura di post. Dopo lunghe ricerche ho rinunciato perché quello che trovavo non andava bene, questi metodi non erano di aiuto per me. Dopo aver momentaneamente abbandonato l’idea di cercare uno stratagemma per semplificare la scrittura dei post, ho lasciato perdere Steemit perché non avevo più idee per scrivere nuovi post e poi mi ero reso conto che ormai era diventata una piattaforma che dava soddisfazione a poche persone, come con YouTube e i vari blog che usano Google Adsense per monetizzare, poche persone guadagnavano bene mentre gli altri prendevano le briciole, tutt’oggi vedo che Steemit non è cambiato, a parte qualche volto nuovo, vedo i soliti noti guadagnare bene sulla piattaforma.

Dopo mi sono dedicato alla ricerca di altri progetti e per puro caso ho trovato Trybe. Dopo aver iniziato a scrivere i primi post su Trybe mi sono ritrovato nuovamente in difficoltà. Per un breve periodo ho smesso di scrivere e sono andato nuovamente alla ricerca di un metodo per diventare una “macchina da guerra” della scrittura. Fortunatamente questa volta sono riuscito in questa impresa, ho trovato quello che cercavo da diverso tempo, il “Santo Graal” per bloggare senza fermarmi mai. Visto che questo metodo ha funzionato per me, penso che funzionerà anche con la maggior di voi che soffrono del cosiddetto “blocco dello scrittore”.

Ho trovato questo tutorial che insegna come vendere prodotti in affiliazione tramite blog, si tratta di recensire prodotti utilizzando una potente ma non troppo complessa formula di copywriting. Ho adattato quello che ho imparato da questo tutorial per scrivere i miei post qui su Trybe. Questo è il link del tutorial che ho studiato => https://nichehacks.com/write-affiliate-product-reviews/

Questo metodo per scrivere le recensioni sul blog si basa sull’uso dello storytelling per introdurre i lettori all’interno del post, successivamente si usa la formula di copywriting chiamata A.I.D.A.C.A. Qui di seguito inserisco i passi per diventare una “macchina da guerra” della scrittura:

  1. Storytelling (L’arte di raccontare una storia): Scrivi una piccola storia per introdurre i tuoi lettori alla lettura del post.
  2. A – Attenzione: Attira la loro attenzione e mantienila.
  3. I – Interesse: Spiega cosa rende il prodotto interessante.
  4. D – Desiderio: Spiega i pro e i contro del prodotto.
  5. A – Alternative: Scrivi quale altro prodotto e/o servizio simile è disponibile la fuori sul mercato.
  6. C – Conclusione: Il tuo giudizio finale sul prodotto.
  7. A – Azione: Inserisci un forte invito all’azione alla fine del tuo post.

Di seguito illustro all’atto pratico come usare questi 7 punti prendendo come esempio tre post che ho scritto in questi giorni:

Esempio n°1 – La recensione dell’hardware wallet CoolWallet S

//Storytelling: Scrivi una piccola storia per introdurre i tuoi lettori alla lettura del post.

Hai speso ore del tuo prezioso tempo prima di acquistare le tue criptovalute, perché giustamente hai letto il white paper, hai seguito vari video su YouTube, hai seguito lo sviluppo dei progetti attraverso i canali Telegram e Discord, infine hai fatto i tuoi acquisti ponderati e hai conservato le tue cripto sui wallet ufficiali, pur di tenerti lontano dagli exchange visto che sono nel continuo mirino da parte degli hacker. Purtroppo un bel giorno scopri che hai perso le tue cripto e non sai spiegarti il perché, magari il tuo antivirus ti ha appena segnalato che il pc è infetto da un virus che riesce a scoprire le chiavi private e a inviarle agli hacker. :))

Il modo migliore per evitare di farsi sottrarre le chiavi private, consiste nel mettere al sicuro le proprie cripto all’interno di un hardware wallet, che è un tipo di dispositivo elettronico non connesso a internet, se non per quei pochi istanti in cui hai la necessità di collegare l’hardware wallet al tuo computer per eseguire una transazione.

//A – Attenzione: Attira la loro attenzione e mantienila.

Quindi hai deciso di acquistare un hardware wallet, e vuoi comprarne uno che sia al tempo stesso elegante e di qualità? CoolWallet S è venduto con un packaging nero ed elegante. CoolWallet S a prima vista assomiglia a una di quelle carte di credito di lusso. Quindi se sei una persona che ama acquistare oggetti tecnologici di ottima fattura ed elegante, CoolWallet S è la scelta giusta per te.

//I – Interesse: Spiega cosa rende il prodotto interessante.

CoolWallet S avendo il profilo di una carta di credito, puoi conservarlo dentro il tuo portafoglio insieme alla patente di guida e agli altri tuoi documenti. Questo hardware wallet presenta un display di tipo e-ink, un piccolo e comodo pulsantino per utilizzare le varie funzioni presenti, ed è resistente al calore e all’acqua. CoolWallet S puoi piegarlo entro un certo limite senza romperlo, ma io eviterei comunque di provare a fare questo. :))

//D – Desiderio: Spiega i pro e i contro del prodotto.

I pregi di questo hardware wallet sono la leggerezza, le dimensioni, la resistenza al calore e all’acqua, la connessione Bluetooth Low Energy 4.1 (smartphone antecedenti il 2015 potrebbero supportare uno standard precedente al Bluetooth Low Energy 4.1 e quindi non essere compatibili con il CoolWallet S). Però a differenza di altri hardware wallet più conosciuti, il CoolWallet S supporta al momento poche criptovalute tra cui: Bitcoin, Bitcoin Cash, Litecoin, Ethereum, Ripple e alcuni token ERC-20. Comunque l’azienda dietro il CoolWallet S, che si chiama CoolBitX, aggiungerà il supporto anche ad altre criptovalute.

//A – Alternative: Scrivi cos’altro è disponibile la fuori sul mercato, un prodotto e/o servizio che è altrettanto buono per fare le stesse cose.

A un prezzo leggermente inferiore e con una quantità maggiore di criptovalute supportate, è possibile acquistare il blasonato Ledger Nano S. Ledger Nano S e altri hardware wallet rispetto al CoolWallet S non si collegano allo smartphone tramite connessione bluetooth, ma necessitano di un cavo e da questo punto di vista, CoolWallet S vince alla grande.

//C – Conclusione: Il tuo giudizio finale sul prodotto.

Penso che per le sue caratteristiche tra cui la dimensione di una carta di credito, la leggerezza, la connessione bluetooth, la resistenza al calore e all’acqua, il prezzo di 99 dollari, questo è un hardware wallet da prendere seriamente in considerazione per chi vuole proteggere efficacemente le proprie cripto.

//A – Azione: Inserisci un forte invito all’azione alla fine del tuo post.

Se desideri acquistare questo hardware wallet, questo è il sito ufficiale del CoolWallet S => https://coolwallet.io/product/coolwallet-s/

Esempio n°2 – La recensione della criptovaluta Namecoin per acquistare nomi di dominio decentralizzati

//Storytelling: Scrivi una piccola storia per introdurre i tuoi lettori alla lettura del post.

In questo post non ho scritto una storia perché sinceramente non mi è venuto nulla in mente, quindi ho saltato questo passo. :))

//A – Attenzione: Attira la loro attenzione e mantienila.

Cerchi un progetto su blockchain realmente utile per la società, vuoi qualcosa di più dell’ennesima criptovaluta utile soltanto per fare acquisti o per speculare, ma al momento non hai trovato ancora nulla di tutto ciò?

//I – Interesse: Spiega cosa rende il prodotto interessante.

Namecoin (NMC) permette di registrare un nome di dominio senza che un ente terzo autorizzi tale registrazione. Namecoin registra i nomi di dominio e i relativi valori a essi associati all’interno della sua blockchain, per questo nessuno può eventualmente bloccare e/o censurare un nome di dominio .bit. Non bisogna inviare i propri documenti a nessuno, quindi la privacy è tutelata. Il costo per la registrazione è notevolmente inferiore rispetto ai classici domini .com, .it, .eu, org e tutti gli altri.

//D – Desiderio: Spiega i pro e i contro del prodotto.

I Namecoin possono essere minati. Registrare un dominio .bit richiede l’acquisto di Namecoin, al momento il costo della registrazione di un dominio .bit è di 0.01 NMC insieme a una bassa fee di transazione come avviene con Bitcoin e le altre criptovalute. Anche i nomi di dominio registrati tramite Namecoin hanno una loro scadenza, proprio come avviene con i classic .com, .it, .eu, org e tutti gli altri. I domini .bit vanno rinnovati ogni 35,999 blocchi che corrispondono all’incirca a 200/250 giorni, ma il rinnovo è gratuito, l’unica cosa da pagare è la bassa fee della transazione. Al momento Namecoin offre un pseudoanonimato come avviene con Bitcoin, però è in fase di studio la possibilità di offrire un alto livello di anonimato agli utenti, come avviene con Monero e Zcash.

//A – Alternative: Scrivi cos’altro è disponibile la fuori sul mercato, un prodotto e/o servizio che è altrettanto buono per fare le stesse cose.

Sinceramente non ho trovato progetti su blockchain alternativi a Namecoin, quindi al momento da quello che ho visto è un progetto unico che offre un servizio utile e importante per tutte le persone che vorrebbero usare internet senza lasciare i propri dati in giro per il web.

//C – Conclusione: Il tuo giudizio finale sul prodotto.

Penso che poter acquistare nomi di dominio senza rilasciare i propri dati all’ICANN, è un primo passo importante verso la decentralizzazione di internet. Un sistema DNS aperto, decentralizzato, nomi di dominio trascritti sulla blockchain, un costo inferiore rispetto alla registrazione presso un ente terzo, un alto livello di privacy, sono tutti punti a favore di Namecoin, sicuramente è uno dei migliori progetti in circolazione.

//A – Azione: Inserisci un forte invito all’azione alla fine del tuo post.

Se vuoi saperne di più su Namecoin vai al seguente link => https://www.namecoin.org

Per creare siti web decentralizzati da associare in seguito ai nomi di dominio che hai comprato con NMC, usare la piattaforma Zeronet, per saperne di più su ZeroNet leggi questa mia recensione => https://trybe.one/zeronet-il-web-decentralizzato/

Esempio n°3 – Proteggere la propria privacy con il web decentralizzato grazie a ZeroNet

//Storytelling: Scrivi una piccola storia per introdurre i tuoi lettori alla lettura del post.

Al giorno d’oggi le nostre conversazioni telefoniche, i nostri sms, email e foto possono essere utilizzati a nostra insaputa mettendo a rischio la nostra privacy. Diversi programmi di sorveglianza di massa come PRISM spiano le comunicazioni di milioni di persone nel mondo attraverso la rete informatica. È giunto il momento di proteggerci…

//A – Attenzione: Attira la loro attenzione e mantienila.

Vorresti nascondere i tuoi dati durante la navigazione per proteggere la tua privacy? Presti molta attenzione alla sicurezza sul web e sei contro la censura online, perché pensi che ognuno deve essere libero di esprimere la propria opinione senza che ci sia un ente terzo che decide cosa può rimanere scritto su internet e cosa no, cosa risulta offensivo e cosa le persone sono autorizzate a leggere online?

//I – Interesse: Spiega cosa rende il prodotto interessante.

ZeroNet è una rete decentralizzata e fornisce tutti gli strumenti necessari per condividere informazioni con altre persone in totale libertà, senza lasciare tracce sulla clear net, grazie all’integrazione con la rete Tor è possibile nascondere il proprio indirizzo IP, puoi inviare email crittografate end to end ad altre persone che utilizzano ZeroNet.

//D – Desiderio: Spiega i pro e i contro del prodotto.

ZeroNet supporta tutte le attuali versioni dei browser più conosciuti ed è disponibile per Windows, Linux e Mac. La privacy offerta da ZeroNet per tutte le persone che commentano e creano siti web all’interno della piattaforma, aumenta con il numero di individui che utilizzano il servizio di ZeroNet diventando a loro volta dei peers. È possibile utilizzare i nomi di dominio .bit per i propri siti creati all’interno di ZeroNet, per farlo basta acquistare la criptovaluta Namecoin che permette la creazione di un sistema DNS peer to peer. Namecoin è un fork di Bitcoin nato con lo scopo di poter assegnare nomi di dominio di tipo .bit senza chiedere l’autorizzazione a un ente centrale. Con Namecoin il dominio .bit viene registrato all’interno della blockchain e nessuno può bloccare i nomi di dominio acquistati tramite questa criptovaluta. ZeroNet si basa su un sistema peer to peer, per questo motivo scarica in locale sul vostro hard disk i dati contenuti nei siti web che visitate, occupando di conseguenza prezioso spazio, anche se al giorno d’oggi gli hard disk sono venduti con una capacità di storage di diversi terabyte a prezzi molto bassi.

//A – Alternative: Scrivi cos’altro è disponibile la fuori sul mercato, un prodotto e/o servizio che è altrettanto buono per fare le stesse cose.

Altri prodotti attualmente presenti sul mercato che permettono la realizzazione di un web decentralizzato come ad esempio Freenet, sono complessi o lenti nel loro utilizzo, mentre ZeroNet non mostra segni di lentezza e il suo uso è semplice ed immediato.

//C – Conclusione: Il tuo giudizio finale sul prodotto.

In questi giorni sto testando la piattaforma ZeroNet e devo dire che è veramente veloce e affidabile, al giorno d’oggi dopo lo scandalo Datagate, diventa sempre più importante proteggere la privacy personale.

//A – Azione: Inserisci un forte invito all’azione alla fine del tuo post.

Scarica e prova gratuitamente ZeroNet al seguente indirizzo web => https://zeronet.io

Dopo aver illustrato come scrivo i miei post con il metodo in 7 punti, che fa uso dello storytelling e della formula A.I.D.A.C.A., qui di seguito inserisco dei suggerimenti per migliorare la scrittura dei propri post:

L’errore di scrivere esclusivamente i pregi di quello che stiamo recensendo.

Molte persone quando scrivono articoli pensano soltanto a scrivere i pregi del prodotto e/o servizio che stanno recensendo, in questo modo i post risultano meno credibili agli occhi di chi legge, perché tutti quanti noi sappiamo che non esiste il prodotto e/o servizio perfetto.

Hai menzionato i lati negativi di quello che stai recensendo?

Scrivere i difetti di un prodotto e/o servizio permette ai lettori di farsi un’idea più completa a riguardo, questo significa che sarai apprezzato maggiormente rispetto ad altri che scrivono che il prodotto e/o servizio è bello, perfetto, senza problemi. Quindi per risultare più credibile includi tutto quello che non va. Se parli di una criptovaluta puoi dire che il white paper è scritto male, oppure che il sito web ha una grafica che fa schifo e questo potrebbe significare che il team dietro la criptovaluta non è molto serio, potresti scrivere che il marketing dietro il progetto è molto scarso, che il team dietro lo sviluppo è molto bravo ma a livello di pubbliche relazioni con la community mostra scarsa attenzione, etc.

Anche l’occhio vuole la sua parte.

Potresti creare una infografica che raggruppa i pro e i contro di quello che stai recensendo, io personalmente la creo quando ho terminato di scrivere il post, per fare questo utilizzo un servizio online di tipo freemium che si chiama Canva.

Espandi all’infinito il tuo post.

Una volta terminato di scrivere il post, puoi espanderlo come vuoi includendo immagini, casi studio, opinioni delle persone che usano già quel prodotto e/o servizio.

Se ti è possibile utilizza il prodotto e/o servizio che stai recensendo.

Prima di scrivere i tuoi post cerca di testare il prodotto e/o servizio che hai intenzione di recensire. Se per esempio vuoi scrivere un post sull’Exodus wallet, testalo per vedere come è fatto, quali funzioni include e quali mancano, come è fatta la sua interfaccia grafica, prova se è semplice da utilizzare o meno. Questo ti permetterà di scrivere un grande post.

Se non puoi utilizzare il prodotto e/o servizio, raccogli informazioni e scrivi la tua opinione su come pensi che possa essere utile per i tuoi lettori.

Per esempio se voglio scrivere un post su una criptovaluta anonima che non ho mai usato, come prima cosa guardo il loro sito, qui trovo le prime informazioni utili per scrivere la mia recensione, guardo le varie voci presenti sul sito, leggo il white paper e prendo appunti. Successivamente faccio una ricerca su Google per cercare recensioni di altri blogger che hanno già scritto di questa criptovaluta anonima nei loro blog, leggo i loro post e prendo appunti.

Inquadra i tuoi lettori.

Chiediti perché i tuoi lettori devono spendere parte del loro prezioso tempo per leggere il tuo post. Ogni prodotto e/o servizio ha le sue caratteristiche, descrivi quelle che sono più rilevanti senza scendere troppo nel tecnico. Chiediti quali vantaggi il prodotto e/o servizio che hai intenzione di recensire, potrebbe portare ai tuoi lettori.

Suggerisci ai tuoi lettori altri prodotti e/o servizi alternativi a quello che stai recensendo.

Dopo aver descritto i pro e i contro, suggerisci una alternativa simile come caratteristiche ma opposte a quello che stai recensendo, se per esempio hai recensito un hardware wallet che ha come pro quello di potersi collegare allo smartphone via bluetooth e come contro quello di supportare poche criptovalute, allora suggerisci come alternativa un hardware wallet che supporta molte criptovalute, ma per collegarsi allo smartphone necessita di un cavo mini usb.

Scrivi la tua opinione finale nel post.

I tuoi lettori non sono soltanto interessati a conoscere le caratteristiche del prodotto e/o servizio che stai recensendo, perché per ottenere queste informazioni basta andare direttamente sul sito ufficiale, ma loro sono più interessati a conoscere la tua opinione a riguardo.

Dopo aver terminato di scrivere la recensione, ritorna all’inizio e scrivi una piccola storia (storytelling) per introdurre le persone al tuo post.

Io generalmente prima scrivo il post seguendo la formula di copywriting A.I.D.A.C.A., dopo scrivo una piccola storia per introdurre i lettori alla lettura del mio post.

P.S. Quando hai dei dubbi su quali siano i punti di forza e di debolezza di quello che stai recensendo, poni domande direttamente sui canali Reddit, Discord e Telegram del prodotto e/o servizio, fai delle domande anche all’interno dell’ANN che trovi su Bitcointalk. Se vuoi un parere neutrale su ciò che piace e non piace alla gente, poni delle domande su subreddit generiche che trovi su Reddit come CryptoCurrencyCryptoCurrencies, mentre se vuoi pareri su algoritmi e protocolli in uso nelle diverse criptovalute vai sulla subreddit crypto. Tutto questo ti aiuta a scrivere un grande post senza ribadire cose che hanno già scritto gli altri blogger.

P.P.S. Metti subito in pratica quello che ho scritto in questo tutorial e fammi sapere se la tua capacità di scrivere post è migliorata. :))

8 votes, average: 5.00 out of 58 votes, average: 5.00 out of 58 votes, average: 5.00 out of 58 votes, average: 5.00 out of 58 votes, average: 5.00 out of 5 (8 votes, average: 5.00 out of 5)
You need to be a registered member to rate this.
(1410 total tokens earned)
Loading...

Responses

  1. miti

    Ottimo, ottimo e ancora ottimo! Avevi promesso che lo avresti fatto ed eccoti qui! Questo articolo è davvero molto utile e penso possa funzionare un po’ per tutti quelli che vogliono avere una certa continuità nella scrittura. Raccomandato per diffonderne l’utilità.

    (1)