Oggi non parliamo di blockchain e criptovalute, ma di Droni che rappresentano un’altra mia grande passione che coltivo da qualche anno.

Sin da piccolo, volare mi ha sempre affascinato e con il passare degli anni e il progresso tecnologico dominare il cielo è davvero diventato alla portata di tutti.

L’ERA DEI DRONI

La diffusione capillare dei cosiddetti UAV (Unmanned Aerial Vehicle) ha dato inizia all’era dei droni.

Non si tratta ancora di un fenomeno “di massa”, ma il loro utilizzo in svariati settori (amatoriale, industriale, agricolo ecc..) cresce sempre più con il passare dei mesi.

https://www.egm96.it/ispezione-rilievi-drone/settore-industriale/ 

Sebbene questa tecnologia abbia attirato milioni di persone avere a che fare con i droni, comporta l’osservazione di norme rigide stilate nel Regolamento dell’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile (ENAC) e non solo. Quello dei UAV è un settore ancora giovane e quindi non ancora maturo, è caratterizzato da molto abusivismo.

In Italia si contano quasi un migliaio di operatori per le cosiddette “operazioni critiche” (consentito sorvolo di aree urbane e assembramenti di persone) e oltre tremila per le “operazioni non critiche” (non consentito sorvolo di aree urbane e assembramenti di persone).

LA RIVOLUZIONE TARGATA MANTIS Q

L’ultimo arrivato della casa Yuneec , Mantis Q, è il primo drone al mondo che può essere comandato tramite voce per operazioni come il decollo, l’atterraggio, riprese video.

Il quadricottero inoltre consente il riconoscimento visivo consentendo quindi una comoda modalità selfie.

Grazie al suo design richiudibile e alle dimensioni e peso contenuto (meno di 500 g) questo drone è in grado di garantire un’autonomia superiore ai 30 minuti raggiungendo velocità di tutto rispetto (72 km/h).

Per quanto riguarda il comparto camera in dotazione del Mantis Q, questa è in grado di scattare fotografie con una risoluzione di 4800×2700 (16:9) o 4160×3120 (4:3) pixel in formato JPEG e/o DNG, e registrare video registrati fino a 4K e stabilizzati elettronicamente grazie a un gimbal a 3 assi.

Non mancano le tanto attese modalità di volo, molto interessanti Journey e Point of Interest che consente riprese automatiche.

Il segnale video e radio rimane stabile fino a 800 metri (Compliance CE; 1,5 km FCC) ma l’utente ha la possibilità di limtiare il raggio d’azione del drone grazie al geofencing.

La sicurezza è garantita da sensori GPS e IPS a ultrasuoni che consentono un hovering preciso non solo outdoor ma anche indoor e dal controllo automatico da app delle No Fly (divieto di volo) che impediscono al drone di alzarsi in volo in aree ritenute a rischio come nell’intorno degli aeroporti.

Il prezzo di listino di Mantis Q è di 499 euro, costo nettamente inferiore rispetto ai concorrenti Mavic air e Mavic pro della nota casa DJI. Nella confezione oltre al drone troveremo un telecomando, una batteria ricaricabile, eliche di ricambio e un triplo caricabatteria.

Personalmente non vedo l’ora di provarlo.

CARATTERISTICHE TECNICHE:

Autonomia: 33 minuti

Dimensioni: 168 x 96 x 58 mm

Peso: meno di 500 grammi

Velocità max: 72 km/h

Risoluzione max camera: 4800×2700 (16:9)

Video: 4k

Gimbal: 3 assi

Distanza massima operativa: 800 metri (Compliance CE; 1,5 km FCC)

Sensori: GPS e IPS a ultrasuoni

Fonte: https://www.yuneec.com/it_IT/droni-con-camera/mantis-q/panoramica.html

Ho condiviso questo post anche su Steemit a questo [LINK]

13 votes, average: 5.00 out of 513 votes, average: 5.00 out of 513 votes, average: 5.00 out of 513 votes, average: 5.00 out of 513 votes, average: 5.00 out of 5 (13 votes, average: 5.00 out of 5)
You need to be a registered member to rate this.
(2520 total tokens earned)
Loading...

Responses

  1. webdeals

    c’e’ stato un momento in cui ero ossessionato che volevo un drone piu’ di ogni altra cosa… poi le cose sono cambiate. Certo che mezzo kg e’ ottimo per portarselo in vacanza… velocità ottima oltre 70km/h ma peccato per gli 800 metri di raggio. Decisamente interessante… magari ci penso se dovessi cambiare idea!

    (1)
  2. miti

    Un apparecchio davvero niente male! Ero intenzionato a prenderne uno (non necessariamente questo modello) prima di comprendere che per l’uso che ne volevo fare avrei dovuto seguire dei corsi presso l’ENAC e non solo..

    (0)
          1. miti

            Io sono un post-produttore fotografico, ma mi occupo anche di campagne pubblicitarie, mentre mia moglie è una fotografa. Capita di dover realizzare dei servizi in cui l’uso del drone potrebbe essere un valore aggiunto.

            (0)