Salve a tutti!

L’altro giorno mi sono ricordato che era da un pezzo che non andavo ad aggiornare il NanoWallet dove ho messo i miei XEM, così sono andato a scaricare l’ultima versione e mentre riflettevo sul fatto che di questa cripto si sente sempre parlare poco ho pensato di scrivere questo post; con un obbiettivo molto personale. Pur avendoci investito qualcosina non mi sono mai soffermato troppo a capire cosa fosse davvero la piattaforma NEM, una lacuna che in questi giorni ho deciso di colmare cercando di riassumere tutto in questo post.

Quindi attenzione: in quello che state per leggere potrebbero esserci imprecisioni, inesattezze, errori.

Il primo concetto che mi ha colpito è legato alla grande flessibilità che offre la piattaforma. Le APP che gli sviluppatori possono agganciare possono essere di qualunque natura, scritte in qualunque modo, perché in effetti non girano sulla blockchain stessa. In questo modo la blockchain deve gestire solo saldi e transazioni e la rete finisce per essere molto leggera. Gli sviluppatori non devono quindi far girare nessun software dedicato e accedono alla blockchain utilizzando solo delle chiavi API. I nodi NIS (NEM Infrastructure Servers), che sono alla base dell’architettura di rete fungono anche da gateway API e così è possibile il tutto.

Ma come agganciare la propria APP?

Il cuore di tutta la rete è il NanoWallet, che quindi non è un semplice wallet ma un software con il quale è possibile fare tantissime cose. Per prima cosa si deve creare un proprio dominio (al costo di 100 XEM da rinnovare ogni anno), all’interno di questo nostro dominio possiamo fare tutto quello che vogliamo! Lo strumento da utilizzare è il Mosaico, detto terra terra una specie di editor che settiamo. Esso è stivato all’interno del nostro dominio e può essere utilizzato per i più svariati scopi. Potete anche creare una vostra criptovaluta con qualche semplice click! 🙂 Guardate qui!

Il sistema è più o meno questo. Ultimamente però è stata introdotta una novità nella gestione delle DAPP che è Catapult! Questa implementazione, ancora non a pieno regime (in early access per gli sviluppatori che volessero testare), organizza, riordina e modifica alcune fattispecie. Dovrebbe migliorare le prestazioni e rendere ancora più snella la blockchain.

Ma come funziona l’algoritmo di consenso?

L’algoritmo di consenso della rete si chiama Proof of Importance ed è una variante della PoS. E’ possibile anche minare la valuta perché in realtà questa POI è una sorta di ibrido fra la PoW e la PoS. Si può fare utilizzando una delle funzionalità del NanoWallet che è il “Delegated Harvesting“, a patto che abbiate in staking almeno diecimila XEM.

Non abbiamo bisogno di chissà quale potenza per eseguire un nodo, bastano pochi watt, e la selezione per la creazione dei blocchi si basa sull’attribuzione di un punteggio che è l’espressione, appunto, dell’importanza del nostro nodo nella rete. Questa viene definita utilizzando diversi criteri, uno dei quali è l’attività del nostro nodo (il numero di transazioni effettuate). Dunque non è detto che a grosse quantità in staking corrispondano sempre validazioni più frequenti. Se ad esempio siamo dei commercianti e riceviamo tanti pagamenti in XEM avremo un numero altissimo di transazioni che potrebbero consentirci di avere molta più importanza rispetto a nodi più “grassi” rispetto al nostro.

Questi i primi appunti sparsi che ho messo giù durante lo studio. Avevo poi intenzione di sperimentare qualcosa sul NanoWallet, magari fra qualche giorno vi farò vedere. Che alla fine per capire una cosa è molto più semplice quando la si utilizza e si vedono le cose nel concreto!

Lascio anche per questa ragione un link utile dove sono riassunti i possibili casi di utilizzo. Cosa che sicuramente aiuta molto a capire filosofia e struttura di fondo.

*** *** ***

Altri link utili:

https://cryptonomist.ch/it/crypto-abc/guida-nem/

https://www.cryptominando.it/2018/02/06/nem-criptovaluta-rivoluzionaria/

18 votes, average: 5.00 out of 518 votes, average: 5.00 out of 518 votes, average: 5.00 out of 518 votes, average: 5.00 out of 518 votes, average: 5.00 out of 5 (18 votes, average: 5.00 out of 5)
You need to be a registered member to rate this.
(3128 total tokens earned)
Loading...

Responses