Comincio questo mio articolo rispondendo subito alla domanda riportata nel titolo:

il prezzo di Bitcoin (BTC) non ha importanza perchè un Bitcoin (BTC) sarà sempre un Bitcoin(BTC).

Piaccia o no, la criptovaluta più capitalizzata is here to stay (è qui per rimanere) come dicono gli americani.

Chi si chiede

E se alla fine un’altra moneta prendesse il posto di Bitcoin (BTC)?

rispondo dicendo che questa domanda andava fatta molto tempo fa, prima che l’82% fosse stato già minato.

La strada verso l’adozione è ormai tracciata e la percezione che questa valuta digitale si sia trasformata in una riserva di valore è ormai un dato assodato.

La domanda che dovrebbero invece porsi in molti è:

Perchè no al Bitcoin? Perchè i cittadini di tutto il mondo dovrebbero continuare ad affidare i propri risparmi ai governi e alle banche centrali ?

Come ben sappiamo ci troviamo nel pieno di una crisi valutaria. La più vecchia valuta fiat del mondo, la sterlina britannica, dal suo concepimento ad oggi ha perso il 98% del suo valore. Va ancora peggio al dollaro USA (USD).

Le prospettive future del mondo delle criptovalute e del Bitcoin, potrebbero non apparire così luminose in mezzo a tutta la negatività e le fake news sparse dai media. Come in qualsiasi altro mercato, anche nel mondo blockchain non sono mancate truffe, schemi ponzi, e chi più ne ha ne metta.

Evidente è ormai la frustrazione delle banche centrali e dei governi che vedono, oggi più che mai, sgretolarsi la loro posizione dominante, minata sempre di più dalla consapevolezza e volontà di libertà finanziaria da parte dei cittadini.

La notevole volatilità dei prezzi a cui ormai siamo abituati, con oscillazioni giornaliere addrittura del 10%, saranno solo un ricordo tra un paio di anni. Il mercato entrerà in una fase di maturità post regolamentazioni e si muoverà verso la stabilità. In quel momento vedremo una rapida adozione e un uso di Bitcoin e delle criptovalute su larga scala.

A quel punto, un Bitcoin sarà ancora un Bitcoin (BTC), lo stesso potremmo dire per le valute fiat come il dollaro USA (USD) o la sterlina britannica (GBP)?

Se osservate il grafico BTC / USD con timeframe 1 mese , vedrete che il rapporto Accumulazione / Distribuzione è in aumento. Ciò dimostra, ancora una volta, che l’unica preoccupazione degli operatori è aumentare il numero di Bitcoin (BTC) e non certo curarsi del suo attuale valore.

Ad Astra, my friend 😉

Ho condiviso questo post anche su Steemit a questo [LINK]

ATTENZIONE: QUESTO ARTICOLO HA SCOPO PURAMENTE INFORMATIVO E NON COSTITUISCE INVITO ALL’INVESTIMENTO.

LE CRIPTOVALUTE IN GENERE, ED I SERVIZI AD ESSE COLLEGATE, SONO PER DEFINIZIONE “INVESTIMENTI AD ALTO RISCHIO” CON PERICOLO DI PERDITA TOTALE DEL CAPITALE.

SE DECIDETE DI INVESTIRE IN QUESTO SETTORE LO FATE A VOSTRO RISCHIO E PERICOLO.

15 votes, average: 5.00 out of 515 votes, average: 5.00 out of 515 votes, average: 5.00 out of 515 votes, average: 5.00 out of 515 votes, average: 5.00 out of 5 (15 votes, average: 5.00 out of 5)
You need to be a registered member to rate this.
(2773 total tokens earned)
Loading...

Responses