Qualche giorno fa i detentori di un portafoglio EOS contenente più di 100 token in stake si sono ritrovati un nuovo airdrop: Seed, una distribuzione che ha elargito a ognuno di essi 1000 token di questo nuovo progetto. Insomma niente di nuovo, non fosse per il fatto che questo token ha subito un aumento vertiginoso del prezzo sin dalle prime ore!

E’ arrivato a valere quasi un centesimo di EOS e nel momento in cui sto scrivendo è scambiato fra i 6 e i 7 millesimi su Newdex e Dexeos, niente male, no?

Sta di fatto che questo super-pump mi ha molto incuriosito così sono andato a vedere cosa fosse e a cercare di capire la ragione di questo iniziale successo.

Si tratta della creazione di una piattaforma per la gestione e la standardizzazione del mercato della cannabis nel mondo, ma non voglio dilungarmi troppo sugli aspetti tecnici o comunque sulla mission che si propone il team di sviluppo. Nel caso foste interessati vi lascio il link al loro sito dove potrete reperire informazioni varie corredate da faq, whitepaper, ecc.

La cosa che ha attratto la mia attenzione è stata sopratutto una, sulla quale sono capitato quasi per caso. Il fatto è che secondo il team il modello tradizionale di airdrop è obsoleto. Secondo loro il sistema finisce per non creare interesse all’interno della comunità di EOS e i più non si preoccupano troppo di andare a informarsi ma semplicemente vendono, oppure holdano nella speranza che un giorno quell’airdrop possa rivelarsi la scoperta del nuovo millennio! In tutti e due i casi rimangono comunque indifferenti a tutto ciò che non riguarda strettamente il prezzo di ciò che hanno sui vari exchange.

Beh, non credo gli si possa dare torto, almeno secondo quella che è la mia esperienza.

Individuato questo problema, e ora arriviamo al succo del post che sto scrivendo, hanno pensato a un sistema per incentivare l’engagement e l’interesse: il cosiddetto REWARDDROP! Cosa sarebbe? E’ una cosa che a molti di voi non tornerà nuova, praticamente si tratta di un airdrop spalmato nell’arco del prossimo anno. Ogni mese verranno elargiti altri token agli holders a seconda dell’entità del loro portafoglio, cioè della quantità di SEED che possiedono. Naturalmente per poter partecipare sarà richiesto ogni mese un compito specifico da svolgere, iscriversi al sito, condividere su qualche social e cose del genere.

Questo sistema ci interessa sicuramente molto visto che anche qua su Trybe si farà una cosa simile! Ed è in questo senso che voglio considerare SEED un “caso studio”: non mi interessa il mercato della cannabis ma mi interessa Trybe, e mi interessa capire cosa possa generare questo stratagemma che vuole anche disincentivare la vendita dei token.

Per ora SEED ne ha giovato parecchio, vedremo cosa succederà nelle prossime settimane e vedremo anche se il medesimo percorso potrà essere compiuto pari pari anche da Trybe. Chissà, sicuramente terrò d’occhio gli sviluppi!

19 votes, average: 4.79 out of 519 votes, average: 4.79 out of 519 votes, average: 4.79 out of 519 votes, average: 4.79 out of 519 votes, average: 4.79 out of 5 (19 votes, average: 4.79 out of 5)
You need to be a registered member to rate this.
(2883 total tokens earned)
Loading...

Responses