In questo floreo periodo vi sarete certamente accorti che stanno spuntando crypto social network da tutte le parti uno dopo l’altro, Ono, Minds, Scorum, Akasha e Narrative, per citarne soltanto alcuni. Sicuramente una cosa inevitabile visto il successo del capostipite di questo movimento, che è certamente Steemit, quale miglior modo allora di cercare di sfondare nel campo se non quello di copiare in buona parte colui che in questi due anni ne è stato il leader incontrastato?

Ecco dunque che oggi intendo presentarvi Weku, il social made in China che ha deciso di andare sul sicuro, la loro filosofia, come si evince dal loro White Paper non sembra del tutto sbagliata, se Steemit si sta rivelando efficiente ed affidabile, perché non adottare la stessa formula, la quale si è rivelata già più che ben rodata?

Ci sono comunque alcune differenze e tra poco cercherò di farvi vedere quali sono riuscito a trovare finora, sono sulla piattaforma da quasi una settimana ed ho cercato di esplorare il sito il più possibile.

Se la loro tattica sia o meno vincente solo il tempo potrà dirlo, sicuramente hanno semplificato il tutto per quanto riguarda la parte che potremmo chiamare “burocratica”, il tutto sembra essere alla portata di chiunque, non ci sono altri siti correlati come su Steemit dove controllare Voting Power, ecc… oppure diverse applicazioni Web o per Smartphone, queste ultime dovrebbero essere rilasciate ufficialmente da team Weku all’inizio del 2019, ecco allora qualche punto che lo differenzia:

– Nessun bots di upvote in vista finora.

– Il poter scegliere la percentuale di voto dell’upvote è disponibile fin dall’inizio.

– I tag funzionano in maniera del tutto differente, se taggate delle comunità come ad esempio amar, zeal, zealpro, team-quality, saahil e lifty, riceverete dei sostanziosi upvote dalle stesse.

Veniamo ora ad uno dei punti cruciali, l’upvote, ebbene sì, a differenza di Steemit dove appena entrati non riuscite a dare neanche un decimo di centesimo a nessuno, qui la situazione sembra essere parecchio diversa, i vostri primi upvote varranno sin da subito sui 70 centesimi, questo devo ammettere che ti fa sentire “potente”, anche se, il Weku inteso come criptovaluta vera e propria non esiste ancora, a Dicembre 2018 ci sarà l’ICO, dunque toccherà attendere e tutto resta dunque un enigma. Momentaneamente è possibile scambiare però Weku Dollars se si è in possesso di un Wallet Bitshares, ma come potete vedere qui per ora non ci sono grossi scambi di compravendita.

La vostra reputazione salirà in maniera molto elevata, con soli 7 post all’attivo ho personalmente raggiunto il numero (43), questa velocità è entusiasmante ma staremo a vedere i suoi risultati col tempo. Nessuno vieta di postare gli stessi contenuti che avete già utilizzato su altri social network, buona norma che ho scoperto giusto ieri, è il rimando al link del vostro post originale.

In questa schermata potete vedere il pezzo finale della roadmap che finirà con l’ICO di Dicembre

Iniziamo ora con il vedere qualche schermata del sito che vi ricorderà sicuramente qualcosa di molto familiare. Un tutorial abbastanza rapido visto che non c’è tantissimo da aggiungere e il tutto vi risulterà un Déjà vu continuo se siete già degli Steemians.

Ecco come si presenta il mio Blog, è praticamente identica a quella di Steemit, l’unica aggiunta è quella di un vostro refferal link per il sito stesso nella descrizione del vostro profilo.

Spostiamoci ora nei settaggi, anche qui è tutto praticamente uguale, ho notato però da alcuni utenti che nella sezione “Cover Image” è possibile inserire delle GIF animate.

Rispetto a Steemit ci sono meno settaggi da impostare, mancano ad esempio la scelta della lingua e la scelta di distribuzione delle rewards.

Passiamo ora al Wallet, come potete facilmente notare è tutto molto familiare, nessuna differenza dal portafogli che conoscete già benissimo se siete già utenti su Steemit.

Questa è la parte finale del Wallet, penso sia davvero inutile aggiungere qualsiasi commento se siete degli Steemians anche solo semi-navigati è una sezione che conoscerete come le vostre tasche.



Qui potete notare come sia possibile scegliere la percentuale di voto sin dai vostri primi passi nella piattaforma, visto che il vostro upvote vale già abbastanza è un gran bel vantaggio poterlo utilizzare fin da subito.

Cliccando sulla vostra immagine del profilo si aprirà il menù a tendina al quale, rispetto a Steemit , manca solo la “modalità notte” che è comunque stata aggiunta da poco.


Per finire l’Homepage del sito, che anche in questo caso, credo proprio riuscirete a raccapezzarvi senza il minimo problema se siete avvezzi a Steemit.

Tenete conto che il sito è ancora in versione Beta, così come lo è ancora Steemit. I continui paragoni che ho fatto in questo post mi sembravano più che doverosi per trovare un facile metro di paragone.

Concludo dicendovi che finora ho avuto un’impressione positiva dal sito e dalla sua comunità, se però il gioco non vale la candela lo scopriremo prossimamente, l’essere identico a Steemit è da un lato un grosso vantaggio visto che ci si mette davvero alcuni secondi ad adattarsi, già dall’iscrizione completamente gratuita il cui funzionamento è identico, le sole differenze sono che in questo caso risulta istantaneo ed al vostro ingresso troverete un bonus di 100 WEKU POWER nel vostro Wallet.

Colgo l’occasione per lasciarvi il mio refferal link se pensate il mio articolo vi sia stato utile ed intendete unirvi alla comunità, inoltre ringrazio @yanika per avermi introdotto alla piattaforma parlandomene molto bene ed anche @gabriel per avermela fatta conoscere parlandone in chat. 

Tutte le immagini presenti in questo post sono screenshots che ho fatto personalmente al sito ufficiale ed alla piattaforma blogging.

14 votes, average: 5.00 out of 514 votes, average: 5.00 out of 514 votes, average: 5.00 out of 514 votes, average: 5.00 out of 514 votes, average: 5.00 out of 5 (14 votes, average: 5.00 out of 5)
You need to be a registered member to rate this.
(2300 total tokens earned)
Loading...

Responses