Ed eccoci per un altro appuntamento della rubrica World War Technologies, oggi si sale a bordo di un mito dell’aviazione: Il Messerschmitt Bf-109-Emil 4.

Il Bf-109-E4 è un iconico caccia tedesco monomotore della seconda guerra mondiale progettato negli anni trenta dall’ing. Willy Messerschmitt, e prodotto dall’azienda aeronautica tedesca Bayerische Flugzeugwerke AG. Entrato in servizio nel luglio del 1940 è velocemente diventato la spina dorsale della Luftwaffe, distinguendosi in particolar modo sulla manica e nei cieli di Londra dove nacquero numerosi assi tedeschi, uno fra tutti Adolf Galland, che nella sola battaglia d’Inghilterra totalizzò ben 42 abbattimenti.

A differenza delle precedenti versioni sparisce il cannone montato nel mozzo dell’elica e i due cannoni alari MG FF vengono sostituiti dalla versione MG FF/M che oltre ad avere un rateo di fuoco maggiore permettono l’uso delle Minengeschoß, letali colpi da 20mm con ben 18g di esplosivo, una quantità quasi triplicata rispetto al vecchio munizionamento. Oltre all’armamento e alla maggiore protezione del pilota, il 109 E4 si distingue per il suo motore: il Daimler-Benz DB-601N 12 cilindri. Cuore pulsante di questo caccia tedesco, sprigiona 1252.6 hp alla quota di 2100 mt e tra le caratteristiche che ne hanno decretato il successo spuntano l’iniezione diretta e la presenza di un sistema di regolazione capace di variare la miscela carburante/aria per aumentarne l’efficienza.Queste modifiche permettevano al 109 di essere superiore ai suoi rivali durante la Battaglia d’Inghilterra. Gli Spitfire Mk I e II dotati del motore Merlin e gli Hawker Hurricane venivano superati in velocità di salita ed accelerazione; oltre a questo vantaggio i piloti tedeschi, grazie all’iniezione diretta potevano lanciarsi in una picchiata a G negativi senza dover prima rollare di 180° l’aereo, a differenza degli Spitfire che avendo il carburatore, se avessero eseguito la stessa manovra avrebbero istantaneamente spento il motore.

Il grande limite di questo apparecchio era l’autonomia; i piloti una volta scortati gli He-111 avevano poco più di 10’ per ingaggiare un combattimento, alla fine dei quali erano costretti a desistere e dirigersi verso l’aeroporto lasciando i bombardieri senza scorta.Nonostante l’aereo non fosse pensato per un ruolo di scorta, ma di attacco i numeri della battaglia d’Inghilterra sono a favore del 109 con un rapporto complessivo di 588 velivoli nemici abbattuti contro 310 Bf-109 andati persi.Un aereo non privo di difetti, ma la cui bontà viene sottolineata dal fatto che a sostituirlo, fu solo una nuova versione dello stesso: il Friedrich.

18 votes, average: 5.00 out of 518 votes, average: 5.00 out of 518 votes, average: 5.00 out of 518 votes, average: 5.00 out of 518 votes, average: 5.00 out of 5 (18 votes, average: 5.00 out of 5)
You need to be a registered member to rate this.
(2572 total tokens earned)
Loading...

Responses

    1. Nik Post author

      Dipende… Ci sono tre modalità ben distinte… Arcade, che di simulativo non ha nulla; Realistica, con fisica reale ma controlli di volo non completi al 100% (per esempio possibilità di controllare timone ed elevatore insieme); e Simulativa, che invece ha i controlli completi… I video sono giocati in Realistica…

      (2)